Kurt Cobain – arte o mito ?

Home Forum Forum nirvanaitalia.it Kurt Cobain – arte o mito ?

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 25 totali)
  • Autore
    Post
  • #2031
    Anonimo
    Ospite

    Oggi, quasi fine 2007, cosa resta di Kurt Cobain nell’immaginario popolare ?

    L’arte o il mito ?

    La mia risposta e’ IL MITO, ed a sostegno di questa tesi porto Nirvana Italia, affollata di truci maschi nel lontano 1999, sempre piu’ pieno di ragazzine nel 2007.

    Non che mi dispiacciano le donne, anzi, ritengo l’emisfero femminile piu’ sensibile, piu’ educato, un palmo avanti all’emisfero maschile. Ma un gruppo che sputava sudore e metteva a ferro e fuoco i palchi dove passava avrebbe come naturale platea il maschio incazzato.
    Le dolci fanciulle non possono che essere soggette al fascino di Kurt, e solo in seconda battuta magari alla musica, e se poi indaghiamo quale musica ? Risposta quasi sempre i pezzi lenti, unplugged in testa.

    I Nirvana erano innanzitutto la faccia sporca e rivoluzionaria della musica anni 90, l’unplugged ed alcuni pezzi lenti erano solo una percentuale dell’aspetto di uno del gruppo.

    I Nirvana sono In Utero, mentre l’Mtv unplugged rappresenta una sola sfaccettaura di kurt e basta, e quindi rappresenta i Nirvana al 10%

    #19006
    Anonimo
    Ospite

    Cosa rimane? Il mito, senza dubbio. Ma non per tutti, e tu ne sei una prova, e anch’io lo sono, e non solo noi.

    La popolazione di questo forum si è arricchita di fanciulle… sì, è vero, è pieno di fanciulle… tutte “vittime” del fascino un pò bohemien (si scriverà così?) di Kurt? mmmm… forse qualcuna. Parlo da fanciulla 21enne che ascolta i Nirvana da quando aveva 12 anni. Personalmente, se, messa alle strette, dovessi scegliere un album che rappresenti i Nirvana, direi In utero, in primis, e poi Bleach, in secundis. L’Unplugged è un esperimento, una prova, una dimostrazione, è un live e lo considero come tutte queste cose insieme. Non è il faccino di Kurt ad avermi ghermita, né gli occhioni blu o i capelli biondi. E’ quel maledetto sound… quello che mi prende lo stomaco e lo stringe in una morsa, quello che mi è entrato nelle ossa, ed è ruvido, triste, incazzato, disperato e ironico, sarcastico. Quindi, Kurt74, forse un pò generalizzi (non ti accuso di misoginia, sia chiaro!!) e forse un pò sopravvaluti l’universo maschile. Non posso fare considerazioni su quale fosse lo stato delle cose negli anni ’90, poichè ero ancora una bambina, ma esattamente come ti sembrano edulcorate le ragazze ora, lo sono pure i ragazzi. Prima Kurt era reale, era vivo, adesso di lui rimane un mito… e solo chi è innamorato della musica dei Nirvana, solo chi la ascolta con tutto il corpo, sa andare oltre questo mito, gli altri… gli altri rimarranno ospiti passeggeri ed esaltati di un forum, ascoltatori occasionali, disattenti, superficiali. Purtroppo è un pò il corso delle cose che si ripete sempre uguale (per esempio, non credo che, fatte le dovute differenze tra le due persone, la storia della memoria di Jim Morrison sia molto diversa) e, soprattutto, è che ormai dilaga un approccio di facciata ad ogni cosa, alla musica, all’arte, ai sentimenti, alla vita in generale. Mi ricordo un topic che ho aperto appena mi sono iscritta qui, col quale chiedevo quale sarebbe stata, secondo voi, la reazione del pubblico se Bleach fosse uscito ora… io porto quelle risposte a sostegno della mia tesi e mi tengo la sporcizia di quella musica per me, pronta a condividerla con chiunque avrà voglia di sporcarsi un pò, col cuore. Come facciamo in molti qua dentro ico02

    https://www.nirvanaitalia.it/forum/forums/thread-view.asp?tid=880&start=1&posts=28 (questo è il link al topic cui mi riferivo)

    #19015
    shadowgrunge
    Partecipante

    Per molti è mito, Kurt è un personaggio affascinante per chiunque conosce la storia della sua vita e dei Nirvana, però la maggior parte (anzi, direi tutti gli scrittori abituali) di questo forum conosce oltre al personaggio anche i testi delle canzoni, il tema di ognuna.
    Certo, i Nirvana, fondamentalmente, partono dal punk, quindi sono rozzi, sporchi, per niente raffinati, ma questo non vuol dire che ci si sia dimeticati della sua arte, questo è ciò che penso….

    ah…esistono ragazze che sono più dure e rozze di noi maschi…non molte ma qualcuna c’è ico05

    #19014
    MaryCobain
    Partecipante

    Il mito, il mito..

    però essendo una dolce fanciulla (oddio dolce..) insomma una fanciulla debbo dire che ho sentito i nirvana qualche anno fa, penso 4 più o meno, ebbene io per i 4 anni successivi non ho mai visto cobain in viso, lo giuro.. o lo vedevo e non lo associavo alla musica che sentivo (non me lo ricordo) la primissima foto di cobain che ho visto è quella che c’è sulla home di questo sito… quindi il fascino di cobain con me nn c’enta nulla certo poi una sbandata per cobain dopo aver visto le foto e letto qualche libro me la sono presa ma non è partita dalla sbandata e poi alla musica…
    però per troppe ragazzine è cosi…

    non so se sono stata chiara..

    #19011
    Kurt74
    Amministratore del forum

    mi e’ piaciuta molto la risposta di Aneroxsorcist.

    Giusto per abbondare sul tema faccio un esempio fresco fresco, nel topic “la canzone + bella dei Nirvana” l’ultima risposta e’: JESUS DOESN’T WANT ME FOR A SUNBEAM

    Ebbene proprio questo e’ quello che intendo in questo topic.
    Quando come piu’ bella canzone dei Nirvana si sceglie non solo un pezzo lento, facente parte di unplugged, ma che ADDIRITTURA e’ una cover, allora non si sa nulla dei Nirvana, ed il poco tempo passato dalla fine dei loro concerti ad oggi ha stravolto il senso pubblico e l’essenza stessa dei Nirvana

    #19007
    Anonimo
    Ospite

    Anorexorcist – 16/11/2007 5:40 PM

    Cosa rimane? Il mito, senza dubbio. Ma non per tutti, e tu ne sei una prova, e anch’io lo sono, e non solo noi.

    La popolazione di questo forum si è arricchita di fanciulle… sì, è vero, è pieno di fanciulle… tutte “vittime” del fascino un pò bohemien (si scriverà così?) di Kurt? mmmm… forse qualcuna. Parlo da fanciulla 21enne che ascolta i Nirvana da quando aveva 12 anni. Personalmente, se, messa alle strette, dovessi scegliere un album che rappresenti i Nirvana, direi In utero, in primis, e poi Bleach, in secundis. L’Unplugged è un esperimento, una prova, una dimostrazione, è un live e lo considero come tutte queste cose insieme. Non è il faccino di Kurt ad avermi ghermita, né gli occhioni blu o i capelli biondi. E’ quel maledetto sound… quello che mi prende lo stomaco e lo stringe in una morsa, quello che mi è entrato nelle ossa, ed è ruvido, triste, incazzato, disperato e ironico, sarcastico. Quindi, Kurt74, forse un pò generalizzi (non ti accuso di misoginia, sia chiaro!!) e forse un pò sopravvaluti l’universo maschile. Non posso fare considerazioni su quale fosse lo stato delle cose negli anni ’90, poichè ero ancora una bambina, ma esattamente come ti sembrano edulcorate le ragazze ora, lo sono pure i ragazzi. Prima Kurt era reale, era vivo, adesso di lui rimane un mito… e solo chi è innamorato della musica dei Nirvana, solo chi la ascolta con tutto il corpo, sa andare oltre questo mito, gli altri… gli altri rimarranno ospiti passeggeri ed esaltati di un forum, ascoltatori occasionali, disattenti, superficiali. Purtroppo è un pò il corso delle cose che si ripete sempre uguale (per esempio, non credo che, fatte le dovute differenze tra le due persone, la storia della memoria di Jim Morrison sia molto diversa) e, soprattutto, è che ormai dilaga un approccio di facciata ad ogni cosa, alla musica, all’arte, ai sentimenti, alla vita in generale. Mi ricordo un topic che ho aperto appena mi sono iscritta qui, col quale chiedevo quale sarebbe stata, secondo voi, la reazione del pubblico se Bleach fosse uscito ora… io porto quelle risposte a sostegno della mia tesi e mi tengo la sporcizia di quella musica per me, pronta a condividerla con chiunque avrà voglia di sporcarsi un pò, col cuore. Come facciamo in molti qua dentro ico02

    https://www.nirvanaitalia.it/forum/forums/thread-view.asp?tid=880&start=1&posts=28 (questo è il link al topic cui mi riferivo)

    sara sn mega d’accordo cn te…proprio alla grande…soprattutto su quella sensazione che t prende allo stomaco…è quella che mha fatto innamorare dei nirvana…e che credimi a volte m rende difficile ascoltarli…perchè m scatenano emozioni troppo forti dentro …che m fanno fottutamente pensare….e piangere quando li ascolti in quei giorni che stai di merda…cmq sara ripeto che quell oche hai detto rispecchia al 100% quello che penso io ico02

    #19008
    Anonimo
    Ospite

    Grazie Kurt74, grazie polly87 (ALE!) ico14
    Ho solo espresso la mia opinione, sono lieta che questa sia ben voluta e condivisa.

    Per quanto riguarda il topic sulla miglior canzone dei Nirvana, sai Kurt74, anch’io ci son rimasta un pò di sasso quando ho letto “Jesus doesn’t want me for a sunbeam” ico15 …porca misera, ma è una COVER!!!!!!!

    Un consiglio al nuovo iscritto al forum (perdonami, ma non mi ricordo il tuo nick…): metti su Bleach a tutto volume… secondo me ti si apre un mondo nuovo!!

    #19022
    KURTIN@
    Partecipante

    va be sarei il nuovo iscritto…comunque non mi piace quello che avete detto..scusate ma anche se è un cover nn mi puo piacere?..e poi un altra cosa nn mi è piaciuto il fatto che dite k nn ci capisco niente xk nn è propio così…certo è solo un anno ke ascolto i Nirvana…non sarò un esperta al 100 %..ma cmq nn mi sembra giusto dire che nn c capisco niente….qll k mi ha dato fastidio è solo che mi state giudicando prima di conoscermi…e qst mi disp molto…E cmq visto k nn c capisco niente come è stato detto…posso anke togliere il disturbo….se volete….xchè tanto…da qnt ho capito….

    #19009
    Anonimo
    Ospite

    KURTIN@ – 17/11/2007 2:10 PM

    va be sarei il nuovo iscritto…comunque non mi piace quello che avete detto..scusate ma anche se è un cover nn mi puo piacere?..e poi un altra cosa nn mi è piaciuto il fatto che dite k nn ci capisco niente xk nn è propio così…certo è solo un anno ke ascolto i Nirvana…non sarò un esperta al 100 %..ma cmq nn mi sembra giusto dire che nn c capisco niente….qll k mi ha dato fastidio è solo che mi state giudicando prima di conoscermi…e qst mi disp molto…E cmq visto k nn c capisco niente come è stato detto…posso anke togliere il disturbo….se volete….xchè tanto…da qnt ho capito….

    Ei ei, frena!
    Qui nessuno ti sta giudicando. Nessuno di noi ha detto: ma guarda un pò sta scema che non ci capisce un cazzo! No, proprio non abbiamo detto così… Solo scusa, ma se alla domanda “quale canzone dei Nirvana preferisci” rispondi proponendo il titolo di una cover… è una contraddizione in termini, capisci? Poi è ovvio che può piacerti, ci mancherebbe!! Il mio consiglio di ascoltare Bleach è un modo per dirti: “guarda, mettiti su quel cd… sentirai il sound più grezzo dei Nirvana” è il loro primo lavoro e, a maggior ragione perchè li ascolti solo da un anno, quale modo migliore per conoscerli se non iniziando dall’inizio?? Ascoltando un album alla volta, in ordine, ti renderai conto dell’evoluzione cui il gruppo è andato incontro. Io li ascolto daquasi dieci anni eppure non so un quarto di quello che sanno alcuni del forum qui, tipo Kurt74 o Libero o Rixx, quindi tranquilla, a non essere esperte al 100% siamo almeno in due.
    Mi spiace se le mie parole ti hanno offesa, credimi non volevo. E quando ti ho chiesto scusa perchè non mi ricordavo il tuo nick…bè, ero sincera, credimi.

    #19023
    KURTIN@
    Partecipante

    va bene tutto a posto nn t procc…è tt apposto…cmq bleach lo ascolto spesso….ma preferisko in utero….

    #19024
    KURTIN@
    Partecipante

    ah cmq nn sei te ad aver detto ik nn c capisco nnte….

    #19017
    cech84
    Partecipante

    io non voglio prendere posizioni…perchè son troppo buono con le persone ico01
    è vero che nirvanaitalia si sta spopolando di ragazze…però come dice lello sono d’accordo con la risposta della dolce sara (che culturalmente parlando puo battermi 10 a zero in fatto di musica -beh zero no…forse 10 a 7 ico08 però l’ammiro perchè cavolo mi ricordo una telefonatache mi ha fatto… dove ha trovato il cd led zeppelin III e aveva la bava alla bocca perchè voleva comprarlo(ricordi?)…oppure ale, che ascolta i vecchi metallica, i korn gli staind ed è capace di picchiare tutti se gli toccano gli amici…o marycobain che addirittura sente gli iron e segue il calcio (secondo me in facoltà fai fantacalcio con i tuoi amici ico03 ) potrei andare avanti all’infinito…da una ragazza che scrive pochissimo su questo forum ma che ho conosciuto penso per prima…(Sara pure lei…aneurysm mi pare ico08 e ha una splendida cultura musicale ) o un’amica della mia ragazza che non ascolta i nirvana ma è patita per bob dylan, il boss bruce springsteen, bon jovi…e quando parliamo di musica ci perdiamo per ore (quando ci vediamo logicamente)…
    con questo non voglio difendere le ragazze (usando una frase di un film “ci sono troppi ista…maschilista femminista fascista comunista…solo un’ista dev’esserci, l’umanista”) nemmeno i maschi se è per questo, diciamo che preferisco essere l’ago della bilancia ecco…che moderatamente non difende ne l’uno ne l’altro ma comunque rispetta i pareri di tutti senza far alzare polveroni.
    è chiaro che in un primo momento “che ne pensate di questo o quello” o la canzone prederita…si mi hanno spiazzato (senza offesa kurtina o altri utenti/e)…
    nel senso per mè è difficile trovare una canzone preferita…o commentare un gruppo che ha fatto la storia..a prescindere dai nirvana, led zeppelin, who…penso che il commento migliore per lodare questi gruppi sia spegnere il pc e infilare nel lettore i cd e con le cuffie a pieno volume godersi questa arte che questi artisti stessi ci hanno donato (o ci donano ora)
    ico01
    si puo definire quindi un mito d’artista alla tua domanda arte o mito? spero di si ico01
    però appunto..esistono (non lo metto in dubbio) ragazzine che stravedono per kurt per la sua bellezza -in effetti era un bell’uomo- difatti ho un’ amica che di musica non ci capisce niente e mi viene a dire cose sui nirvana che (sinceramente) non so dove le trova -le solite fregnaccie…non lo dico per cattiveria sua…ma se apprezzi un gruppo o cmq dici “ascolto i nirvana” non dirmelo solo per farmi contento e alla fine mi vieni a storpiare smells like (che è l’unica canzone che conosci)…(estel non sei tu se passi di quei ico03 so che non ti piacciono e ammiro la tua onestà ma la ragazza è un’altra)…
    piuttosto dici/dite (come giustamente ha detto kurtina) “sono agli inizi, e so che posso sbagliare” … di errori (e figuracce) ne faccio pure io con lello vista la sua esperienza e i miei 10 anni di esperienza…fatto sta che non bisogna avvilirsi o incazzarsi se uno fa una critica o no, semplicemente imparare dagli errori e seguire i consigli…parlando con kurtina su msn mi è(mi sei) sembrata una ragazza piena di voglia di immergersi nel mondo del rock e dei suoi derivati…quindi non ti abbattere…l’esperienza viene col tempo ico03 nessuno nasce maestro dicono ico08 (io tanto meno)

    (spero di non aver alzato polveroni ne di aver buttato benzina sul fuoco, non prendetevela per il mio commento)

    #19013
    lithium_
    Partecipante

    io dico arte e mito..

    senza il “mito” molti di noi che eravamo troppo piccolini quando è morto kurt, non conoscerebbero mai i nirvana.. il mito del cantante maledetto, la morte tragica e secondo qualcuno misteriosa, i suoi occhioni blu, la disperazione, la dolcezza.. e tutti quelli che ne hanno approfittato, perchè si sa che i miti sono una barca di soldi per chi sa sfruttare bene le masse innamorate di un idolo.. certo che il mito c’è, e al contrario dell’arte, non morirà mai.. spesso mi dà fastidio questa strumentalizzazione.. vedere un uomo che non è più neanche un uomo, ma solo un’immagine per guadagnare soldi.. vedere una band che era lì per trasmettere qualcosa, ricordata solo per il visino del cantante.. vedere la bellezza e la profondità di tante canzoni dimenticata, con l’eccezione di smells like teen spirit e poche altre.. vedere tutto questo fa incazzare, se sei una persona ama veramente questi nirvana.. ma una come me in fondo dovrebbe anche ringraziare questo mito, perchè sono una di quelle “soggette al fascino di Kurt, e solo in seconda battuta magari alla musica” nel senso che quando mi sono innamorata dei suoi occhi tristi e le sue frasi, non avevo ancora mai sentito una sola nota dei nirvana.. quindi devo dare ragione a lello.. sicuramente non è così per tutte le ragazze, ma per alcune (credo molte) si, compresa me.. penso che sia una cosa infantile e abbastanza patetica, ma è andata così, che ci posso fare, prima mi sono innamorata di questo mito, e solo dopo dell’arte vera..

    però c’è da dire una cosa: ormai ho capito che miti e idoli non servono, e potrei dire che non ne ho più.. kurt non è più un mito per me.. sforzandomi un po’, sono riuscita a cancellare l’immagine mitizzata che avevo di lui, e a vederlo “semplicemente” come un uomo, e un artista.. è stato il primo, ma non è stato l’unico mito che ho avuto.. e puntualmente tutti i miti mi sono crollati, o li ho smontati io.. di qualcuno non è rimasto proprio niente dentro di me, di qualcun’altro si, di kurt per esempio, perchè mi aveva toccato in qualcosa di più profondo, mi aveva toccato con l’arte, non solo con il mito, e i miti possono (devono) crollare, le emozioni che ti dà l’arte no.. quindi dò ragione a lello ma solo in parte.. perchè se c’è qualche ragazza che si ferma al mito, c’è qualcuna che riesce ad andare oltre, e a tenersi l’arte, come ho fatto io.. ad amare quell’arte “sporca e rivoluzionaria” (che parole stupende..!) come hai scritto tu..  non è detto che ragazze, per quanto dolci sensibili ed educate, non possano amare follemente “un gruppo che sputava sudore e metteva a ferro e fuoco i palchi dove passava”.. personalmente ritrovo tantissimo di me nei nirvana.. nella loro rabbia quasi esasperata, in quei suoni distorti, così diretti, così penetranti.. mi rispecchio molto meglio in bleach o in alcuni pezzi di insesticide che nell’unplugged, per quanto bellissimo.. e se dovessi descrivermi penso che sarebbero molto adatte le parole “sporca e rivoluzionaria” 

    #19016
    R.D.
    Partecipante

    l’arte, o quantomeno il rock
    parlo da maschio zoticone, e quindi immune dal fascino “bohemienne” del Cobain e quelle menate lì, e da persona ormai comunque troppo vecchia per subire financo le sirene del “meglio bruciare subito e mandare affanculo chi non credeva in me chi non mi stimava ecc ecc” cosa che capisco possa fare ancora la sua porca figura su un quattordicenne o simili.
    detto questo, i dischi dei Nirvana (alcuni soprattutto) girano ancora molto nella mia playlist, assieme a quelli di Hendrix, dei Doors, dei Velvet, dei Sabbath, dei Joy Division etc. insomma, la loro arte perdura, e scommetto perdurerà nei decenni a venire quanto quella degli artisti sopra citati.
    il modo in cui un mito nasce è spesso volubile, legato alle tempistiche e all’esposizione mediatica: l’effettivo valore musicale dell’oggetto in questione passa spesso in secondo piano (il caso del “mito” di Sid vicious è abbastanza esemplificativo a proposito)
    allo stesso tempo figure underground di enorme valore prematuramente scomparse (i primi nomi che mi vengono in mente: Jeffrey Lee Pierce e D. Boon) finiscono col non assurgere mai al rango di miti ma rimangono bensì relegate allo status di figure di culto sotterranee.
    ma mi sono perso, non ricordo cosa volevo dire all’inizio (anche perché sono un po’ mbriaco)
    ah sì,
    sticazzi dei miti, viva la buona musica

    #19018
    cech84
    Partecipante

    Kurt74 – 16/11/2007 3:11 PM

    …Le dolci fanciulle non possono che essere soggette al fascino di Kurt, e solo in seconda battuta magari alla musica, e se poi indaghiamo quale musica ? Risposta quasi sempre i pezzi lenti, unplugged in testa.

    I Nirvana erano innanzitutto la faccia sporca e rivoluzionaria della musica anni 90, l’unplugged ed alcuni pezzi lenti erano solo una percentuale dell’aspetto di uno del gruppo.

    I Nirvana sono In Utero, mentre l’Mtv unplugged rappresenta una sola sfaccettaura di kurt e basta, e quindi rappresenta i Nirvana al 10%

    certo, difatti lo stesso Cobainrisponde cosi alla domanda fatta dalla rivista rolling stone “Canzoni come dumb e all apologies indican che stai cercando un modo per arrivare alla gente senza ricorrereagli stupefacenti effetti di chitarra” :

    “Assolutamente. Avrei voluto che avessimo scritto qualche canzone in piu di quelle apparse negli album precedenti. Inserire About a girl su bleach è stato un rischi. Ero molto attratto dal pop, mi piacevano parecchio i rem ed ero incantato da tutta quella vecchia roba dei ’60. Nella scena social, nell’underground c’erano però molte pressioni e limitazioni..il tipo di cose che influenzano alle scuole superiori. Emettere in un disco grunge una canzone pop sullo stile dei rem…in quell’ambiente era un rischio.
    Noi non siamo riusciti a mostrare il lato piu luminoso, piu dinamico del gruppo. Quel che i ragazzi vogliono ascoltare è un suono con le chitarre a tutto volume. Ci piace suonare quella roba ma non so fino a quando riuscirò a urlare ogni sera a pieni polmoni in un tour di un’anno intero. Qualche volta vorrei aver scelto la strada di bob dylan e cantare canzoni che non mi costringono a sgolare ogni sera, cosi potri avere una carriera, se lo volessi.”

    solo al 10%? è risaputo quanto voleva provare a fare canzoni in stile rem, piu particolari o “new wave” come definisce lui nella coninuazione dell’intervista, dicendo

    “… è quello che vorrei che questa formazione facesse. Perchè ci siamo fossilizzati. Siamo stati etichettati. Cosa fanno i rem? Rock da college? Non sono etichettabili. Il termine “grunge” è potente quanto “new wave”. Non riesci a venirne fuori. e destinato a essere superato. Devi correre il rischio e sperare di essere accettato da un pubblico completamente differente o che lo stesso pubblico cresca insieme a te.”

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 25 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.