La doppia copia

Home Forum Forum nirvanaitalia.it La doppia copia

  • Questo topic ha 8 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 16 anni fa da _blitz.
Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #1562
    Anonimo
    Ospite

    Sarà una rivoluzione nel mondo della musica ? Ecco la nuova trovata di Claudio Cecchetto, poliedrico produttore artefice di tanti successi nel mondo della discografia italiana.
    Questa volta per lanciare il nuovo album di Dj Francesco , “Il mondo di Francesca” (nei negozi da oggi) si è inventato una trovata geniale.

    Oltre al cd originale di Dj Francesco infatti è contenuto un secondo cd perfettamente uguale al primo ma denominato “Copia Privata Autorizzata”. In fin dei conti due copie dello stesso disco al prezzo di una!!!

    Una “provocazione” ma anche un vantaggio a favore dell’utente finale che, senza dubbio, aprirà un vespaio di polemiche. L’attuale legge sul diritto d’autore ha sostanzialmente equiparato il giovane appassionato di musica alle imprese clandestine che della copia hanno fatto un industria miliardaria. Ed il giro di vite dato dal recente Decreto Urbani contro la Rete e i suoi navigatori ha scritto una ulteriore pagine di diritto contro la libertà di diffusione delle informazioni.
    In questo scenario si aggiunge il fatto che da anni gli utenti italiani pagano la c.d. “tassa sulla copia privata” su ogni supporto di memorizzazione acquistato, che doveva compensare autori ed editori per le copie realizzate da ciascun cittadino privatamente, con i mezzi più disparati. Paradossalmente ogni giorno si corre il rischio di farvi sequestrare l’autovettura o prendere multe salatissimi emesse da qualche solerte tutore dell’ordine, se non avete i cd originali con voi, per dimostrare che si tratta di opera tratta da supporti legittimamente acquistati.
    Rischio che con la “”Copia Privata Autorizzata” non dovrebbe più avvenire.

    Con “Il Mondo di Francesca” una nuova strada per la discografia è aperta. Il rischio è che questa venga recepita come un attacco al sistema discografico piuttosto che una idea per rilanciare la vendita dei dischi e combattere la pirateria.

    #10257
    SLIVER
    Partecipante

    beh alla fine è giusto, dovrebbero essere tutti così i dischi..cioè 20 euro e non posso neanche averne uno pronto sullo stereo e uno in macchina…mi sembra il minimo ico03

    #10253
    Kurt74
    Amministratore del forum

    Questa idea e’ troppo provocatoria, sto’ pensando di comprarlo pero’ veramente non apprezzo minimamente DJ Francesco.
    Ma sicuramente sara’ un qualcosa che diventera’ da collezione. COSA FARE ico16

    #10258
    SLIVER
    Partecipante

    dipende anche dal prezzo credo..

    #10260
    _blitz
    Partecipante

    come idea potrebbe sembrare buona, ma di sicuro non è LA Via…

    #10254
    AndyilMatto
    Partecipante

    Sicuramente è un’idea nuova….
    ma anche io penso che non sia la via per uscire dalla crisi discografica.

    Anche a me non piace Dj francesco, però sicuramente potrebbe diventare un pezzo da collezione questo album

    #10255
    AndyilMatto
    Partecipante

    X la cronaca….

    il cd dovrebbe costare sui 20 €URI

    #10259
    SLIVER
    Partecipante

    ecco ora, al dilà di tutto, vi pare giusto che un disco prodotto in italia e commerciato esclusivamente in italia quindi senza costi di esportazione costi 20 euro???
    anche le ultime uscite dei marlene kuntz e degli afterhours raggiungevano queste cifre che a me sembrano decisamente esorbitanti..
    non per sminuire il valore dei loro lavori che sono decisamente eccellenti (soprattutto il nuovo degli after) ma è oggettivamente tanto

    #10256
    AndyilMatto
    Partecipante

    Sliver sono daccordo con quello che dici tu….
    effettivamente 20 (o passa) EURO per un cd prodotto in italia, per quanto poi il contenuto possa essere ottimo o meno,
    sono eccessivamente troppi

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.